Seleziona la lingua

Italian English French German Greek Portuguese Spanish

Il piacere dell'etimo. Rubrica a cura di Alberto Alfieri Bordi: i prefissi ante e post, "prima" e "dopo", riferiti tanto al tempo che allo spazio PDF Stampa E-mail
Martedì 30 Ottobre 2018 13:46

 

 

Antico, anziano, antesignano, antenato sono derivati da "ante" come posteri, postumi, posteriore e postille si ricollegano inevitabilmente al "post".

 

 

Il prefisso ante/anti, dal latino "ante" nel significato di prima o di davanti, è largamente presente nelle parole italiane, come anteriore, anticipato, antistante, antecedente, antipasto, anteguerra, antesignano ed altre ancora, ma pochi hanno posto l'attenzione sulla sua presenza in parole come "antico" o "anziano", rispettivamente realizzato e nato prima (lo stesso dicasi per antenato).

Lo stesso termine "anta", quale componente di un armadio o di una finestra, sembra evidenziare la funzione frontale di tale elemento strutturale. In architettura l'antefissa è, negli edifici greci, etruschi e romani, un elemento frontale della copertura dei tetti  posto sulla testata delle travi della copertura o ad occlusione dei canali terminali delle tegole. L'antenna, in senso moderno, è una sorta di palo articolato messo davanti, ossia non coperto o disturbato da oggetti che ne impediscano la ricezione, ma il termine nasce probabilmente molto tempo prima delle televisioni, precisamente in ambito faunistico, riferibile alle dotazioni degli insetti per captare pericoli o presenze indesiderate.

L'espressione latina «ante litteram» viene usata generalmente per definire opere, personaggi, atteggiamenti di pensiero o culturali capaci di anticipare  fenomeni o eventi similari, diffusi in una fase successiva; per esempio nell'arte si può parlare di opere di surrealismo ante litteram considerando quelle realizzate da artisti che hanno in qualche modo anticipato la corrente artistica nata nel novecento grazie a personalità geniali quali Dalì, Picasso Magritte etc. La sigla a.C. indica una collocazione temporale prima della nascita di Cristo - ante Christum.

Se invece ci rapportiamo alla preposizione greca antì, comunque connessa all'ante latino,rispetto al significato di "davanti" e di "prima" prevale quello di "contro" utilizzato nelle parole italiane antipatico, antibiotico,antimateria, antifona, antidoto ed altre ancora, in cui viene accentuato il connotato di avversione.

Anche il prefisso post, dal latino "dopo,dietro", riferito a situazioni spazio/temporali, è frequente nel conversare moderno; basti pensare alle parole: posteriore, postdatato, posteri, postumo, postergato, termine questo che equivale a "posto dietro alle spalle", quindi messo dopo, l'esatto contrario di chi invece beneficia di un privilegio, che gli consente di essere trattato e considerato "prima" degli altri. Posticcio è ciò che è messo dopo, per esempio un trucco, un ornamento, un orpello, aggiunti alla struttura originaria.

La sigla P.S. in fondo ad una lettera indica chiaramente il Post Scriptum, quindi valutazioni aggiuntive a quelle espresse nel testo base. A ben vedere non siamo lontani dalla funzione della "postilla", anch'essa inclusiva del post.

Il concetto di Posta nulla a che vedere con il post latino, ma trova giustificazione nel participio del verbo latino ponere, posita, ossia depositata nel luogo o nella stazione ove si raccoglieva, nei tempi lontani, la corrispondenza per i cittadini. A tale concetto si collega anche la parola data, participio passato del verbo latino dare, ossia il giorno esatto in cui detta corrispondenza veniva "data, consegnata" al destinatario o all'ufficio preposto alla consegna.

 

Altri articoli dell'autore in tema di etimologia

Il prefisso tele "lontano"

E’ l’etimologia il tema della terza conferenza di Alberto Alfieri Bordi presso l’associazione Amici di Sacrofano

Pubblicato “Il piacere dell’etimo” alla scoperta dell’origine delle parole - di Alberto Alfieri Bordi

I termini della campagna

Appunti sul bestiario

Boicottare e sabotare

Giro d’Italia in Etimo: il Sud e le isole

Giro d’Italia in Etimo: il Centro  Italia

Giro d’Italia in Etimo: il Nord Italia

Etimologia e musica. Presso il Salone delle Conferenze di Palazzo Viminale,  l’evento “LOGOS”, conferenza di Alberto Alfieri Bordi sulla intimità delle parole

Le parole raccontate nel loro intimo significato:Opportunità – Camogli – Coatto – Vicenda - Venerazione - Burocrate Tuzioristico - Caleidoscopio -

Fobie per tutti i gusti

Sigle ed acronimi, magiche formule di sintesi che da sempre si impongono alla nostra attenzione

Vorace e gli aggettivi rafforzati dalla desinenza “ace”: audace, loquace, pugnace, tenace, vivace,rapace, verace, sagace, salace, perspicace, fugace, capace, fallace, efficace

Etimologia evocativa di uomini e personaggi: luculliano, draconiano, lapalissiano, pantagruelico, mecenatismo, travet, bacucco,  malapropismo, elzeviro, manicheo, mentore, rocambolesco, fantomatico, titanico, cicerone, cassandra, stentorea, dagherrotipo, stacanovista,daltonico

Dentro alla parola:Frustrazione, desiderio, ecatombe, educare, ignavo, natale, neutrale, obbrobrio, onomatopeico, palinsesto, reciprocità, anfibio, aleatorio, antesignano

I segreti dell’etimologia,  per conoscere le radici delle parole -

 

Condividi l'articolo su...

FacebookMySpaceTwitterDiggGoogle BookmarksRedditNewsvineTechnoratiLinkedinMixx

Multimedia

Seguici anche su...

Banner
©Comirap 2012. Direttore editoriale Alberto Bordi, Webmaster Massimo Geria