Taccuino del campionato di calcio a cura di Pietro Gambadilegno: la prima giornata di serie A nel segno del binomio favorito per lo scudetto, Roma e Juventus PDF Stampa E-mail
Martedì 02 Settembre 2014 14:00

 

Sono Roma e Juventus le squadre che hanno brillato all’esordio della nuova stagione calcistica; la prima con una vittoria netta sulla Fiorentina (2-0)

che ha sgombrato il campo dai dubbi emersi, soprattutto per la difesa, nelle amichevoli estive; la seconda con un successo in trasferta più netto di quanto dica il solo (auto)gol di differenza con il Chievo, fortunato ed ancora giù di tono. Per i giallorossi prova convincente di Manolas, per i bianconeri esordio con i fiocchi del francesino Coman, che ha mostrato personalità da vendere. Individuare il terzo incomodo è difficile e prematuro; sì, il Milan ha vinto 3 a 1 nei confronti di una Lazio ben messa in campo (non in difesa) che, oltre ha sbagliare un rigore, ha ciccato cinque palle gol facili facili; l’Inter è stato graziato da un Torino in gran salute che farà parlare di sé nel prosieguo del campionato. Il Napoli ha vinto in zona Cesarini ma non ha convinto. Il primo gol del campionato è proprio di un napoletano, terzo minuto, e porta la firma di Callejon.

 

Nell’equilibrio che ha caratterizzato le altre partite spicca la vittoria del Cesena. Quella dell’Udinese invece era preventivabile; quando si ha in campo gente come Di Natale (due  reti, già capocannoniere in solitaria), la data di nascita anagrafica conta poco e c’è sempre odore di gol e di punti pesanti. Un altro “vecchietto di razza” come Toni, non è andato in gol ma si è dato molto da fare col suo Verona in quel di Bergamo. Di Balotelli onestamente  non si è avvertita la mancanza. Palermo e Sampdoria hanno chiuso 1 a 1: l’effervescente Dybala il marcatore per i rosanero, Gastaldello per i blucerchiati. Tra gli allenatori  da mettere in vetrina, questa volta scegliamo Zeman e Di Francesco, signorili, competenti ed equilibrati, artefici del pareggio tra Cagliari e Sassuolo (1 a 1). Per la cronaca, delle 20 squadre di serie A, 15 sono del nord, 2 del centro, 1 del sud e 2 delle grandi isole. In serie B invece, delle 22 squadre in lotta per raggiungere la prima serie, 12 sono del nord, 5 del centro, 3 del sud e 2 delle isole. Curioso che, alla prima tornata della serie cadetta, delle 5 vincenti, 3 sono del centro, 2 del sue e nessuna del nord.

Lunedì sera allo stadio Olimpico di Roma è andata in scena la prima partita interreligiosa del nostro pianeta, fortemento voluta da Papa Francesco, e, al di là del risultato, ha vinto finalmente la pace....

Risultati
Atalanta-Verona 0-0
Cesena-Parma 1-0
Chievo-Juventus 0-1
Genoa-Napoli 1-2
Milan-Lazio 3-1
Palermo-Sampdoria 1-1
Roma-Fiorentina 2-0
Sassuolo-Cagliari 1-1
Torino-Inter 0-0
Udinese-Empoli 2-0

Classifica
Milan 3
Roma 3
Juventus 3
Cesena 3
Napoli 3
Udinese 3
Atalanta 1
Verona 1
Cagliari 1
Inter 1
Palermo 1
Sampdoria 1
Sassuolo 1
Torino 1
Empoli 0
Genoa 0
Parma 0
Chievo 0
Lazio 0
Fiorentina 0