Alla Ambasciata d'India a Roma domenica 11 dicembre lo spettacolo ABHINDAN all'insegna di immagini, meditazione, musica, danza e cucina della terra dei Maharaja PDF Stampa E-mail
Martedì 13 Dicembre 2016 16:02

 

Per la danza bollywoodiana coinvolgente esibizione  delle Holi Dance, che hanno poi replicato con un  pezzo  di danza Bhangra; per la danza odissi intensa performance di Maria Luisa Sales; per la musica apprezzato intervento al bansoori dell'eclettico polistrumentista Oscar Bonelli

che ha poi concluso la splendida serata nel palazzo di  via XX settembre 5, incantando i numerosi spettatori  con un concerto di musica indiana accompagnato dalla voce del bravo Andrea Salvatore, disinvolto e raffinato  anche nel ruolo di presentatore dell'intero evento.

 

L'ingresso degli ospiti nell'ambasciata è stato salutato dalla tipica accoglienza del popolo indiano, con il rituale lavaggio delle mani in acqua profumata, accompagnato dalle bevande a base  di sharbat allo zenzero e di estratto di mela e di frutti tropicali essiccati come Prasad.

L'iniziativa, promossa dalla associazione culturale INCONTRANDO, creata e diretta da Maria Teresa Marascia,  ha preso avvio con l'intervento di Tata Tandoori che ha illustrato la tradizione ed il significato dell'uso dell'hennè nella sua terra d'origine; a seguire  un interessante esperienza di mantra e meditazione collettiva, guidata da Patrizia Marapodi insegnante di kundalini yoga e da Nicoletta Mozzillo insegnante di Hatha Yoga, con la partecipazione di Carina Filzer, insegnante di Ashtanga Yoga.  Ad impreziosire la serata titolata "A glimpse of India in Rome" ha provveduto la presenza dell'ambasciatore dell'India in Italia Anil Wadhwa, il quale, dopo aver salutato i presenti, ha premiato le due giovani ragazze vincitrici del concorso  "a quiz on indian Costitution". Al termine di una affascinante serie di filmati, curati dal fotografo professionista Amjed Alrifaie, l'intera platea ha potuto godere delle pietanze preparate dalla chef  Tata Tandoori, come l'antipasto a base di Aloo Tikki (polpette di patate) ed la Gol Gappa con salsa di tamarindo. L'intera cena ha condotto idealmente l'intera collettività dei partecipanti in una tavolata indiana, dove sono stati offerti Basmati biriyani vegetariano, crema di spinaci e patate, zuppa di lenticchie miste, pollo al curry, Raita (salsa allo yogurt), insalata didaikon e carote, il tutto accompagnato da Naan (pane indiano) e Pappad (pane fritto senza glutine). Un laddoo di carote e cocco ed uno al semolino, hanno segnato la parte finale di un evento carico di luci e colori, di autentici sapori dell'India,  come pure di stimoli alla meditazione orientale ed alla consapevolezza del proprio essere. Namastè.

Le ricette indiane di Tata Tandoori

 

 
©Comirap 2012. Direttore editoriale Alberto Bordi, Webmaster Massimo Geria