Prove di sopravvivenza condominiale: gocce di giurisprudenza sulle beghe quotidiane da vicinanza Stampa
Venerdì 12 Ottobre 2012 19:33

 

Rumori, ripicche, antipatie personali e professionali, infiltrazioni d’acqua, scontro di abitudini e di comportamenti, guerre feroci per cani e animali di ogni genere, perfino su piante e fiori…che a qualcuno disturbano

 

 

MERITO

Condominio: modificabili per facta concludentia le tabelle millesimali del regolamento di origine contrattuale. Le variazioni non necessitano di atto scritto e vincolano anche gli assenti.

 

CASSAZIONE CIVILE

Il regolamento condominiale frena il conduttore dell’immobile che vuole aprire una discoteca

Decisiva la natura contrattuale della norma convenzionale volta a tutelare la tranquillità dei residenti

 

CASSAZIONE CIVILE

Riscaldamento centralizzato: illegittimo il no al distacco «perché rallenterebbe il flusso di calore».

Il fatto che l’appartamento confini da ogni lato con proprietà di terzi non è sufficiente per rigettare la domanda

 

MERITO

Delibera condominiale annullata: non indica chi ha votato a favore e chi contro, con rispettive quote

Nel verbale mancano i nomi di assenti e dissenzienti: impossibile verificare che esiste la maggioranza

 

MERITO

Riscaldamento centralizzato: il condomino può staccarsi senza l’autorizzazione dell’assemblea

Scelta lecita se non crea squilibri termici e aggravi di spesa. Ma il regolamento può porre un divieto

 

MERITO

Delibera condominiale valida anche se il verbale non indica i nomi di chi ha votato a favore

Sufficiente l’elenco dei presenti con i relativi millesimi.

 

CASSAZIONE

Molesta tutte le vicine di casa: è stalking condominiale

Le minacce rivolte a ogni residente solo in quanto donna turbano inevitabilmente l’intera collettività femminile residente

 

CASSAZIONE

Lecite le videoriprese dei vicini se questi risultano particolarmente 'disinvolti' nel costruire. Non ravvisabili interferenze illecite nella vita privata altrui se oggetto delle riprese è la costruzione di un muretto sul confine

 

CASSAZIONE

La signora del piano terra non può bloccare i lavori per l’ascensore: si tratta di una innovazione tollerabile

 

CASSAZIONE CIVILE

Amianto, il giudicato si forma solo quando si accerta l’esposizione «qualificata» dei danneggiati

 

CASSAZIONE CIVILE

Infiltrazioni d’acqua, il condominio risponde dei danni anche se la colpa è del costruttore-venditore

Scatta la responsabilità da custodia: il proprietario va risarcito benché il vizio originario sia dell’edificio

 

CASSAZIONE CIVILE

Perde i benefici prima casa chi vende prima dei cinque anni e riacquista una quota insignificante di altro immobile

 

CASSAZIONE CIVILE


Cade sulle scale condominiali: niente risarcimento anche se la rampa era unta. Responsabilità esclusa se non viene provato il nesso fra l’infortunio e i residui di cibo untuoso sui gradini