Geniozia n.37, tra genialità ed idiozia. La dichiarazione alternativa PDF Stampa E-mail
Giovedì 21 Ottobre 2021 08:51

 

Parole ed approccio di altri tempi per un innamorato timido che scrive una lettera di vera passione  alla donna amata, ma che svela la sua vera natura ad una attenta  lettura alternata delle righe della sua missiva d'amore

 

 

Vi amo. I vostri occhi dicono che non potete essere ver=

so di me indifferente. Sono innamorato della vostra imma=

gine, per questa ragione sono veramente deciso di volervi chia=

ramente parlare di tutto l'amore che il mio cuore sa pro=

vare. Signorina, mi vorrei accostare alle vostre co=

lorate labbra per darvi tanti baci e per farvi scordare le ango=

sce. Mi vorrei appoggiare candidamente alla vostra fi=

gura leggera ed armoniosa, perchè diventiate una cara e bella ami=

ca. Ho l'ardire di chiedervi se siete stata già impe=

gnata. Può darsi che la vostra bellezza sia stata già da altri conqui=

stata; in tal caso mi farei forte per conquistare il vostro cu=

ore. Se non mi darete qualche speranza per conquistar=

lo, mi accontenterei di passare le mie labbra sulle vostre ma=

ni, magari alla luce della luna o di fiabesche fia=

mmelle, affinchè le vostre mani accarezzino le mie pal=

lide guance e così mi parrebbe di vivere una vita non del tutto inuti=

le. Voglio sperare anche nella bontà di farmi qualche se=

greto sorriso e così, felice di questo affetto, che da lei spero ven=

ga,  allora potrò amarvi per tutta la vita.

 

PS: se dite sì, vi aspetto stasera, altrimenti leggete una riga sì ed una riga no.

 
©Comirap 2012. Direttore editoriale Alberto Bordi, Webmaster Massimo Geria