Seleziona la lingua

Italian English French German Greek Portuguese Spanish

Storia delle canzoni evergreen: 1968, Barry Ryan lancia Eloise, un pezzo scritto dal fratello gemello Paul, compositore talentuoso, affetto da disturbi neurologici PDF Stampa E-mail
Mercoledì 11 Settembre 2019 15:25

 

La canzone è struggente, dura oltre 7 minuti ed alterna ritmi rock a pause di melodia classica. Diventa un successo planetario ed anche in Italia fa incetta di consensi e di vendite

 

Barry Ryan, nasce a Leeds nel 1948, figlio di una cantante melodica,  e nel 1968 lancia Eloise, una canzone dalle atmosfere melodrammatiche e particolarmente lunga, oltre  7 minuti, composta dal fratello gemello Paul, ritiratosi dalla scena a causa di crisi depressive, ma sempre attivo come compositore.

La canzone, che ha come lato B il pezzo Goodbye, conquista la vetta delle hit-parade di mezzo mondo, compresa l'Italia per la quale Barry  registrò anche una versione in lingua italiana. Il 45 giri del bel tenebroso inglese dalle lunghe chiome raggiunge il primo posto anche nei Paesi Bassi (per quattro settimane), in Germania Ovest ed in Svizzera, mentre si attesta nella seconda posizione in Austria, Regno Unito e Norvegia.

Dopo tale successo la sua carriera si normalizza anche se non mancano pezzi piacevoli ed apprezzati come Don't Bring Me Your Heartaches (1965), Have Pity on the Boy (1966) e Missy Missy (1966), tutti composti dal gemello.

Il cantante ebbe ancora grande successo negli anni seguenti con pezzi come Love is Love (1968), The Hunt (1969), Magical Spiel (1970) e Kitsch (1970), ma nessuno di essi poté eguagliare la fama di Eloise. Un Paese europeo dove Barry Ryan rimase popolarissimo fu la Germania Ovest, anche perché egli per un certo periodo scelse di cantare in tedesco.

L'artista si è ritirato nei primi anni 70, evitando per molto tempo di mostrarsi in pubblico: all'epoca si disse che egli fosse rimasto sfigurato al volto nell'incendio che devastò lo studio in cui stava registrando. Barry Ryan si è ripresentato ai suoi fans verso la fine degli anni 80, apparendo più volte in programmi televisivi, alquanto invecchiato ma senza alcun segno di ustione in volto. Successivamente ha anche pubblicato un paio di album contenenti i brani portati al successo insieme al fratello, in una nuova versione.

Barry Ryan è stato sposato in prime nozze con la figlia di un sultano, dalla quale ha poi divorziato. La seconda moglie lo ha reso padre di un maschio e una femmina (Jack e Sophia). Da diversi anni Barry Ryan lavora con successo come fotografo.

Eloise, la canzone

Il testo di Eloise (sintesi)

Ogni sera ci sono io,  sono sempre lì, lei sa che sono lì

e il cielo sa, spero che vada.

Mi è difficile rendersi conto che l'amore era nei suoi occhi,

sta morendo ora, lei sa che io sto piangendo in questo momento,

E ogni notte ci sono io, Eloise, Eloise.

Lo sai che sono in ginocchio, sì, ho detto per favore.

Sei tutto quello che voglio così ascolta la mia preghiera, la mia preghiera.

E mentre i giorni invecchiano, le notti crescono freddo,

Voglio tenerla vicino a me,

E solo il tempo può dire e portare via da questo inferno solitario...

Sono in ginocchio davanti a Eloise.

 

Condividi l'articolo su...

FacebookMySpaceTwitterDiggGoogle BookmarksRedditNewsvineTechnoratiLinkedinMixx

Multimedia

Seguici anche su...

Banner
©Comirap 2012. Direttore editoriale Alberto Bordi, Webmaster Massimo Geria