Seleziona la lingua

Italian English French German Greek Portuguese Spanish

Settimana dell'Arte a Roma dal 26 al 31 ottobre ma alcune mostre si protrarranno fino al 31 dicembre PDF Stampa E-mail
Lunedì 26 Ottobre 2020 11:27

 

La Quinta Edizione, che vede la partecipazione di 120 gallerie e istituzioni, 349 artisti e 44 curatori, si svolge in piena pandemia per cui ogni organizzatore di evento è responsabile in proprio della sicurezza dei partecipanti e dovrà garantire tutte le procedure di prevenzione previste dalle attuali disposizioni governative. Il sito ufficiale

 

Consultare il sito anche ai fini della prenotazione della visita

SANDRO MELE. PARADIGMA: VISITA GUIDATA ALLA MOSTRA

Ingresso libero - Data e orari 26 Ott 2020 | 15:00 - AlbumArte - Via Flaminia 122 - Roma

In occasione della Quinta Edizione della Rome Art Week, AlbumArte aprirà al pubblico la mostra personale di Sandro Mele 'Paradigma' anche lunedì 26 ottobre, dalle 15.00 alle 19.00, offrendo una visita guidata ai visitatori interessati.

L'ingresso è possibile solo su prenotazione scrivendo all'indirizzo Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. - per maggiori informazioni consultare il nostro sito web

Dalle ore 18.00 alle ore 19.00 la visita sarà condotta da Raffaele Gavarro, curatore della mostra.

Processi 147

La mostra Processi 147 inaugurata a giugno 2020 resta aperta fino al 31 dicembre 2020. Real Academia de España - Piazza San Pietro in Montorio, 3 - Roma

Un’occasione per vedere e conoscere i progetti dei residenti 2019/2020: Jose Ramon‎ Ais, Carla Berrocal, Antonio Buchannan, Ana Bustelo, Joana Cera, Irene Clementine, Jorge Cubero, Federico Guzman, Susanna Inglada, Montserrat Lasunción, Jana Leo, Jorge Luis Marzo, Javier Pividal, Enrique Radigales, Pantxo Ramas, Adolfo Serra, Begoña Soto, Claudio Sotolongo, Eduardo Soutullo, Javier Verdugo, Manuel Vilas, Ana Zamora.

Inoltre, tenuto conto dell’emergenza epidemiologica, per la prima volta la Real Academia de España en Roma offre una mostra virtuale con una selezione di questi progetti che si aggiunge alla mostra fisica. La mostra è visitabile a questo link: https://www.accademiaspagna.org/processi147/

Gallery of Art - Temple University Rome MEET AND GREET GLI ARTISTI

Una bella occasione per parlare con gli artisti del loro lavoro

Ingresso libero Data e orari: 26 Ott 2020 | 18:00 (Inaugurazione) fino al 5 novembre 2020

Gallery of Art - Temple University Rome - Lungotevere Arnaldo da Brescia 15 - Roma

Registrazione obbligatoria: https://rome.temple.edu/event/rome-art-week-faculty-exhibition/

 

SHARING OUR DREAMING ROOM

Ingresso libero Data e orari: 26 Ott-04 Nov 2020 -  Sara Zanin Gallery - via della vetrina 21 - Roma

Info e prenotazioni: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Nel 1955 Arnold Bode lavora alla prima edizione di Documenta nella cittadina tedesca di Kassel, la guerra è da poco terminata e la città attraversa un periodo estremamente convulso dopo essere stata completamente rasa al suolo. Inizia un momento complesso che, a livello globale, sarà interessato da processi di ricostruzione su più fronti: sociale, politico, psicologico, economico e comunitario.

La straordinarietà del gesto di Bode - che segnerà l’inizio della storia di una delle rassegne d’arte contemporanea più note al mondo - si inserisce perfettamente nel tentativo di ricostruire un tessuto connettivo sia di ordine sociale che creativo.

Sharing Our Dreaming Room intende proporre un dialogo generazionale a più voci, una riflessione corale sulle tematiche del tempo e sulla abilità di restituire una dimensione creativa a ciò che ci circonda. L’epidemia globale, che ha coinvolto l’Italia in maniera drammatica a partire dal marzo scorso, ha innescato uno spettro più ampio di riflessioni e, con esse, un meccanismo di reazione molto spesso votato alla capacità di rinnovarsi e di guardare avanti.

La mostra collettiva con cui z2o Sara Zanin inaugura la propria stagione espositiva mette insieme artisti e linguaggi trasversali per ricostruire un percorso discorsivo in cui lo scambio e la compenetrazione di idee fanno da guida a una rilettura degli spazi e del tempo. Ahmed, Antufiev, Bettineschi, Calzolari, Camporesi, de Cataldo, Guido, Kaikkonen, Kintera, Kronenberg, Nagasawa, Panikanova, Pediconi, Poli Maramotti animeranno gli spazi espositivi della galleria, imprimendo i luoghi che occupiamo con contenuti mnestici, visivi, estetici che hanno l’obiettivo di sensibilizzare lo spazio che circonda lo spettatore.

Un nuovo inizio, dunque, che intende ancora una volta riportare al centro il visitatore e il suo rapporto di intima continuità con l’opera e l’artista.   Alcuni dei lavori in mostra sono stati realizzati dagli artisti durante i mesi di clausura forzata all’interno dello spazio domestico; altri ancora entrano a pieno nell’indagine estetica e concettuale che conducono da sempre. In entrambi i casi, lo scambio e la continuità che emergono sono funzionali a rievocare un dialogo mai sopito tra l’opera, l’artista e chi si accinge a scrutarla.

La mostra intende così porsi come una riflessione sul potere creativo e sul potenziale proattivo che gli eventi e l’attualità suscitano all’interno dell’arte contemporanea.

MOSTRA DEI DOCENTI

Una mostra dei docenti di arti visive presso la Temple University Rome

Gallery of Art - Temple University Rome - Ingresso libero

Data e orari 26 Ott-04 Nov 2020 | 18:00

Gallery of Art - Temple University Rome - Lungotevere Arnaldo da Brescia, 15 - Roma

La mostra presenta i recenti lavori dei docenti di arti visive e architettura che insegnano presso la Temple University Rome. Le varie discipline artistiche: fotografia analogica e digitale, disegno, pittura, scultura, incisione e architettura, sono rappresentate nella mostra che rispecchia le principali aree d'insegnamento della Temple Rome. I laboratori dove si svolgono le lezioni sono studi moderni e all'avanguardia, ciononostante i docenti colgono di frequente l'occasione per accompagnare gli studenti nei luoghi più suggestivi di Roma, per meglio insegnare e ispirare la comprensione della città.

Registrazione obbligatoria: https://rome.temple.edu/event/rome-art-week-faculty-exhibition/

 

 

MULTIPLI 2020 - GRAFICA D’ARTE E INSTALLAZIONI BY RUFA

Al RUFA Space i progetti degli studenti della Scuola di Arti visive

Ingresso libero Data e orari 26-30 Ott 2020 | 18:00

Rome University of Fine Arts - Via degli Ausoni, 7 - Roma

La grafica d’arte è il “non luogo” dell’arte. Quello spazio del pensiero e del fare che ha la licenza di operare nella libertà della non appartenenza.

Da alcuni anni l’operare all’interno di ferrei dettami tecnici, che sono l’affascinante prerogativa della grafica d’arte, si è appropriato dei linguaggi di altre discipline artistiche, dalla scultura, all’installazione, alla performance. Quel concetto che ha consolidato nei secoli il fascino della grafica d’arte dato dalla sudditanza della matrice da cui prendono forma le opere – il concetto di contatto tra matrice e foglio –, è stato progressivamente sostituito dal concetto di multiplo. Non importa quale sia la sua origine – pur anche quella classica dell’incisione –, ma al concetto di multiplo ormai è strettamente legata. Questo significa che, in tempi brevissimi, si sono date possibilità impensabili prima, che aprono nuovi orizzonti alla sperimentazione.

Questo è quello che si fa in RUFA , nel laboratorio di grafica d’arte, sotto la guida di Maria Pina Bentivenga e Gianna Bentivenga, e quello che viene presentato in questa mostra, all’interno di Roma Art Week 2020, è il frutto degli ultimi anni di lavoro e della collaborazione tra studenti e docenti. Nel RUFA Space proponiamo quindi una selezione di opere che partendo dal concetto di multiplo vanno ad animare lo spazio.

Umberto Giovannini

La mostra è visitabile al RUFA Space dalle 10:00 alle 18:30

Prenota la visita compilando il form disponibile nel sito.

 

OPEN STUDIO COSTANZA ALVAREZ DE CASTRO

26-31 ottobre 2020  lunedì - venerdì 16:00-20:30  sabato 10:00-20:30  Ingresso libero

via di Monserrato 20 - 00186 Roma  Organizzato da Costanza Alvarez de Castro

 

Carlo D'Orta e Luca Giannini - MIRAGGI

- a curadi Sabrina Marenzi - Visitabile fino al 14 novembre 2020. Ingresso libero

Data e orari 26-31 Ott 2020 | 16:00-20:00

Open Studio del CarloDOrtaArtStudio/Gallery, a piazza Crati 14, Roma (quartiere Trieste)

La mostra unisce le fotografie e installazioni di Carlo D'Orta e i dipinti e le sculture di Luca Giannini in un dialogo tra linguaggi diversi, ma uniti da una forte connessione concettuale e dalle comuni radici nelle visioni dell'astrattismo informale e dei dinamismi visuali del '900.

Carlo D'Orta propone opere della sua serie <, dedicata alla ricerca dell'astrazione e del movimento nei riflessi prodotti dalle vetrate dei grattacieli contemporanei. Queste vetrate riflettono il paesaggio circostante, ma deformandolo in un modo che talvolta giunge alla pura astrazione. Si tratta di immagini assolutamente reali, ma che scompaiono se solo ci si muove di un passo. Miraggi dunque, miraggi urbani che raccontano città tanto vere quanto effimere e fugaci, città reali che si trasformano in un sogno visuale che strega le nostre percezioni e le nostre scelte.

Luca Giannini lavora con la materia e con il segno riflettendo sul tema delle migrazioni che da sempre hanno connotato la storia del mondo e in particolare del Mediterraneo. Pitture e sculture provenienti dalle ricerche e narrano in forme astratte e simboliche le antiche e le moderne odissee di una umanità errante stregata da un sogno, tesa verso un limite o in fuga da un personale e collettivo diluvio. Sono coraggiosi, disperati argonauti che attraversano i deserti e i mari seguendo mappe e rotte imprecise verso luoghi mitici o mitizzati, ognuno di loro animato dal suo proprio miraggio e pronto a sfidare il naufragio.

 

OPEN STUDIO GIOVANNI ALBANESE

Ingresso libero Data e orari  26-31 Ott 2020 | 10:00-18:00  Evento solo Online

 
©Comirap 2012. Direttore editoriale Alberto Bordi, Webmaster Massimo Geria