Seleziona la lingua

Italian English French German Greek Portuguese Spanish

Le Risate di Margutte. Rubrica di buonumore curata da Fiore, Corso e Tabacco PDF Stampa E-mail
Mercoledì 05 Marzo 2014 20:05

 

Raccolta di barzellette, aneddoti e racconti più o meno purgati, destinati a dare un sorriso a quanti quotidianamente non avrebbero la minima voglia di sorridere

Il malvagio gigante Margutte muore in modo assurdo, a causa di uno scherzo orditogli dal compagno Morgante che gli nasconde  gli stivali mentre dorme;   Margutte, al risveglio, li cerca dappertutto trovandoli infine ai piedi di una scimmia, visione che lo fa scoppiare a ridere in modo convulso sino a morirne. Dal MORGANTE di Luigi Pulci.

 

Tempra da cowboy

Un cowboy, appena sposatosi in una cittadina del Far West, sta portando la giovane sposa sul suo baldo cavallo dirigendosi verso la vicina fattoria. Ad un tratto il cavallo inciampa negli arbusti e quasi disarciona i due giovani. Il cowboy ferma il cavallo, scende lentamente di sella, si mette faccia a faccia davanti al cavallo e gli dice: "E uno!". Poi risale e riparte verso la fattoria. Poco dopo di nuovo il cavallo fa uno scarto per evitare un serpente e per poco non fa cadere i due giovani di sella. Di nuovo il cowboy scende dal cavallo, si mette di fronte a lui e gli dice: "E due!". Finalmente i due stanno arrivando alla fattoria quando il cavallo per poco non fa cadere i due inciampando in una buca. Il cowboy e la sposa scendono dal cavallo, il cowboy guarda fisso negli occhi il cavallo e gli dice: "E tre!". Poi estrae la colt e gli spara. La sposa rimane allibita: "Ma come, un cavallo così bello, e per così poco lo ammazzi!". E il cowboy, tranquillo, guarda negli occhi la sposina e poi dice: "E uno!".

I nomi dei pellirossa

Un piccolo indiano va dal padre: "Papà, perché noi indiani abbiamo dei nomi così strani?". "Uffa, figliolo, sempre la stessa domanda. Te lo ripeto ancora: il nome ricorda quello che e` successo la notte del concepimento. Ad esempio tua sorella si chiama "Fiocco di neve" perché quella notte nevicava, mentre tuo fratello si chiama "Grande folgore tuonante" perché quella notte c'era un temporale. Adesso 'Preservativo Bucato', ti prego, lasciarmi leggere in pace!!"

Davanti allo specchio

Lei: "Tutte le volte che mi guardo allo specchio non posso fare a meno di ammirare il mio corpo perfetto. Credi sia vanità?". Lui: "No! E' immaginazione".

Il sogno nel cassetto

"Il mio sogno sarebbe quello di comprare una casetta in montagna e passarci il resto della mia vita con la donna che amo". "E perché non lo fai?". "Mia moglie non vuole..."

Uno strano testimone

Signor Giudice, c'è una gallina fuori del tribunale?". "Che vuole?". "Vorrebbe deporre?!".

A proposito di vacanze

Come farai le vacanze quest'anno?". "Io andrò in Sicilia a cavallo fra agosto e settembre". "Noi, invece, andiamo in Sardegna, ma in barca".

Tirate d’orecchie….spaziali

Due extraterrestri, lui alto e muscoloso, lei tutta curve, atterrano vicino alla villa di due terrestri che, passati i primi attimi di paura, cercano di fraternizzare. I terrestri offrono loro cibo, poi chiacchierano e alla sera decidono di fare all'amore scambiandosi di coppia. Così in camera da letto i due si spogliano, ma per la donna terrestre c'è una grande delusione: l'alieno possiede un cosino minuscolo. L'alieno però si tira l'orecchio destro e, meraviglia, il suo cosino si allunga a dismisura. La donna spalanca gli occhi: "Si', ora non è male come lunghezza, però è un po’ misero come diametro...". Allora l'alieno si tira l'orecchio sinistro e il suo coso si allarga e diventa enorme. Così per tutta la notte fanno l'amore. La mattina dopo i 4 fanno colazione e poi i due alieni ripartono. La donna allora si rivolge al marito: "Caro, è stata una esperienza spaziale... e a te, dimmi, come è andata ?". "Non saprei, che strane abitudini ! Per tutta la notte non ha fatto che tirarmi le orecchie!".

Un ristorante efficiente….

Un uomo è' a cena con amici in un ristorante noto per il suo buon servizio e per i prezzi ragionevoli. Chiede a un cameriere le ragioni di un servizio così buono ad un prezzo così basso. "Signore, abbiamo dei consulenti molto bravi in materia di efficacia. Essi studiano ogni evento nel ristorante e ci danno delle direttive per migliorare il servizio". Soddisfatto della risposta, il tizio continua a mangiare, quando il cucchiaio gli cade per terra. Chiama il cameriere che subito estrae la stessa posata dalla tasca del grembiule. Stupefatto, gli chiede come faccia a sapere che gli sarebbe caduto un cucchiaio. "Signore, ciò è opera dei nostri consulenti. Hanno trovato che il 60% dei clienti che perdono una posata perdono un cucchiaio e, quindi, ne teniamo uno sempre in tasca". Dopo un po' nota che tutto il personale maschio ha una cordicella che pende dalla patta dei pantaloni. Incuriosito chiede spiegazioni. "Signore, questo è ancora opera dei consulenti che hanno trovato che un cameriere che lavora 40 ore settimanali perde due ore al mese a lavarsi le mani dopo aver fatto la pipì. Allora, noi attacchiamo questa cordicella alla punta del pene, così possiamo tirarlo fuori senza toccarci. Quindi non dobbiamo lavarci le mani dopo". "Va bene, ma come fate a rimetterlo a posto senza toccarlo?". "Non so gli altri, ma io uso il cucchiaio!".

Complessi e medicina

"Dottore, ho il complesso di esser brutta". "Mi creda, lei non ha nessun complesso".

Una donna poetica

Un poeta sta passeggiando amabilmente in un parco, immerso in profonde riflessioni, quando, da dietro un cespuglio, vede sbucare all'improvviso una splendida ragazza: alta, mora, prosperosa... una Venere, insomma. Ne è subito colpito. Improvvisamente ispirato da cotanta idilliaca bellezza, decide di dedicarle una poesia. Tuttavia non ha con se nulla su cui scrivere, pertanto le si avvicina e, sorridendo, le chiede: "Mi scusi, gentile signorina, non avrebbe un foglio di carta?". "No guarda, me spiasce... me so' pulita pur'io co' 'na manciata de foje!"

Tra tifosi

Allo stadio olimpico si gioca la partita Roma Atalanta e tutto il terreno di gioco viene coperto con pagine dei giornali Il TEMPO ed IL MESSAGGERO. I tifosi bergamaschi chiedono spiegazioni e l'allenatore giallorosso prontamente le fornisce: "La Roma è forte solo sulla carta......"

Quattro chirurghi discutono in ospedale della loro professione in un momento di pausa.

 

Il primo comincia:
>"Preferisco avere dei contabili sul mio tavolo operatorio. Quando li apro,
tutto all'interno è numerato correttamente..."

>"Si, ma dovreste vedere gli elettricisti! Tutto è codificato a colori
all'interno,impossibile sbagliarsi!", aggiunge il secondo.

>"Io penso sinceramente che i bibliotecari siano i migliori. Tutto è
classificato in ordine alfabetico",replica il terzo.

>L'ultimo chirurgo (napoletano di nascita) prende quindi la parola:
>"I più facili da operare sono i capi: non hanno cuore, non c'è cervello,
niente colonna vertebrale e la faccia e il culo sono intercambiabili".

A proposito di Presepe

Perchè Melchiorre, seguendo la stella cometa, sopravanzava di molto gli altri re magi? Perchè andava a tutta mirra.......

 

Un messaggio del marito
Tesoro, fuori dall'ufficio mi ha travolto un'auto. Paola mi ha portato all'Ospedale.
Mi hanno fatto i test ed i raggi X. Il colpo sulla testa è stato molto forte;
fortunatamente sembra che non abbia causato alcuna ferita seria, ma ho 3 costole rotte,
una frattura scomposta nella gamba sinistra, e potrebbe essere necessaria l'amputazione
del piede destro.
Risposta della moglie: e chi è Paola?

Storie di donne intelligenti:

Lui disse: Usi il reggiseno? Ma se non hai niente da metterci dentro…

Lei disse: Anche tu usi gli slip…

 

Lui disse: Proviamo a cambiare posizione stasera?

Lei disse: Che bella idea!! Tu stiri e io mi stendo sul divano e dormo!!

 

Perché le donne sposate pesano di più di quelle single?

Le donne single arrivano a casa, guardano cosa c’è in frigo  e vanno a letto!

Le donne sposate arrivano a casa, guardano cosa c’è a letto e vanno al frigo!

 

Dal dottore

Un signore entra nello studio di un medico ed urla in maniera concitata: dottore mi hanno detto che potrei morire tra venti secondi!!

- Prego si accomodi, un minuto e sono da lei....................

Dal dottore 2

Un signore attempato entra nell'ambulatorio e dice al medico: dottore, ho una forte amnesia

- Da quanto tempo ce l'ha?

- Che cosa?

Tempo di risparmi
-  Cara, dovremmo risparmiare.

Se tu imparassi a cucinare potremmo licenziare il cuoco.

Si caro, e se tu imparassi a fare l’amore,…anche l’autista e il giardiniere

Tra Carabinieri
-    L’appuntato al maresciallo:
“Per fare un po’ di spazio in archivio possiamo bruciare i fascicoli più vecchi di 20 anni?!”
Il Maresciallo: “Ottima idea, ma per sicurezza, fai prima le fotocopie….”

Sciagura aerea
-    Sciagura aerea nei pressi di Roma. Si è schiantato un elicottero in un cimitero.
I carabinieri hanno già estratto 685 corpi e stanno ancora scavando….

Chiarimento tra Adamo e il Creatore
Adamo va dal Signore.

Adamo: ‘Posso farti una domanda?’

Dio: ‘Dimmi pure figliolo’

Adamo: ‘Perché hai fatto Eva così bella?’

Dio: ‘Perché tu la potessi amare’

Adamo: ‘ E allora perché l’hai fatta così stupida?’

Dio: ‘Perché lei amasse te

 

Il bastardo dell'anagrafe

Un tipo domanda: ’Come ti chiami?’

L’altro: ‘Dodododomenico…’

‘Ah. Sei balbuziente?’

‘No. Mio padre è balbuziente e quello dell’anagrafe è un bastardo!’

 

Tutta colpa di Facebook

Maria, come mai sono tre giorni che ti vedo sempre davanti al Comune???

Hai dei documenti da fare???

-  Guarda, lasciamo perdere…..da quando mi sono iscritta a sto Fesbukkkkkkk…..tutti i giorni mi dice….Hai 5 amici  in Comune……e io voglio vedere chi sono!!!!

Una questione de' gatti
Due romani si incontrano:

-         Come stai? –

-         Ma sta bbono va’, ciò certi nervi! La gatta m’ha fatto quindici cuccioli: che ce faccio? –

-         E buttali,  no? –

-         Ahò, ma sei n’animale! Pòre bestie! –

-         Ma pè buttà volevo dì de lascialli lontano da casa , che se troveno da magnà e da vive.

Per esempio: tu abbiti a San Giovanni, li porti ar fosso de la Marana, vicino ar Tennis Club, e hai risòrto! –

-         Po’   ésse ‘na bòona idea! Te faccio sapè!

Passa un giorno e lo richiama: Ahò! Ma ce credi? Sò tornati tutti e quindici a casa stamattina! Come cacchio hanno fatto!

-         E’ n’istinto! Nun te preoccupà: portali più lontani, al Quarto Miglio, Via di Tor Carbone, davanti ar Centro Sportivo!

Passa un giorno e ritelefona all’amico:

-         Ahò! Porca miseria! So ritornati a casa, a piedi, da soooooliiiiii!

-         A mali estremi… Stamme a sentì: prendi la Via dei Laghi, imbocca Via Spinabella; appena hai passato l’Helio Cabala, prendi il quarto sterrato a destra, fa du chilometri e mezzo e becchi le grotte ‘ndò se rifugiavano  li nonni durante la guerra, precisamente la settima sul primo dislivello a sinistra, entri, fai quattrocento metri fino a che mòre dentro n’anfratto e li lasci lì e te li levi de mezzo! Chiaro?

-         Chiarissimo! Grazie sei proprio n’amico sei!

Passano due giorni e mezzo e lo richiama:

-         Allora, com’è annàta?

-         Ma l’anima de li mejo mortacci tua!!!! Si nun era pè li gatti, cor cacchio che tornavo a casa!!!!

Colpa  dell’indirizzo mail
Una coppia decide di passare le ferie in una spiaggia dei Caraibi, nello stesso hotel dove passarono la luna di miele 20 anni prima. Però per problemi di lavoro, la moglie non può accompagnare subito il marito: l'avrebbe raggiunto alcuni giorni dopo. Quando l'uomo arriva, entra nella camera dell'hotel e vede che c'è un computer con l'accesso ad internet. Decide allora di inviare una e-mail a sua moglie, ma sbaglia una lettera dell'indirizzo e, senza accorgersene, lo manda ad un altro indirizzo.

La e-mail viene ricevuta da una vedova che stava rientrando dal funerale di suo marito e che decide di vedere i messaggi ricevuti. Suo figlio, entrando in casa poco dopo, vede sua madre svenuta davanti al computer e sul video vede la e-mail che lei stava leggendo: "Cara sposa, sono arrivato. Tutto bene. Probabilmente ti sorprenderai di ricevere mie notizie per e-mail, ma adesso anche qui hanno il computer ed è possibile inviare messaggi alle persone care. Appena arrivato mi sono assicurat

o che fosse tutto a posto anche per te quando arriverai venerdì prossimo... Ho molto desiderio di rivederti e spero che il tuo viaggio sia tranquillo, come lo è stato il mio.

N.B. Non portare molti vestiti, perchè qui fa un caldo infernale!"

 

Condividi l'articolo su...

FacebookMySpaceTwitterDiggGoogle BookmarksRedditNewsvineTechnoratiLinkedinMixx

Multimedia

Seguici anche su...

Banner
©Comirap 2012. Direttore editoriale Alberto Bordi, Webmaster Massimo Geria