Seleziona la lingua

Italian English French German Greek Portuguese Spanish

Dal 27 febbraio anche la Regione Lazio dispone di un numero verde dedicato all’emergenza Coronavirus PDF Stampa E-mail
Mercoledì 26 Febbraio 2020 18:19

 

Oltre al 1500 ed al 112 le persone che ne avranno bisogno potranno contattare il numero 800.11.88.00. Un rafforzamento della risposta telefonica a livello regionale reso necessario dalle tantissime chiamate pervenute in questi ultimi giorni ai numeri di pubblica utilità.

Aggiornamenti dal ministero della Salute

 

 

Le Regioni hanno attivato numeri verdi  dedicati alle popolazioni dei territori dove si sono verificati i casi di nuovo Coronavirus per rispondere alle richieste di informazioni e sulle misure urgenti per il contenimento del contagio.

 

Ecco i numeri verdi regionali attivati per l'emergenza Nuovo Coronavirus:

Calabria: 800 76 76 76

Campania: 800 90 96 99

Emilia-Romagna: 800 033 033

Friuli Venezia Giulia: 800 500 300

Lazio: 800 11 88 00

Lombardia: 800 89 45 45

Marche: 800 93 66 77

Piemonte: 800 333 444

Provincia autonoma di Trento: 800 86 73 88

Sicilia: 800 45 87 87

Toscana: 800 55 60 60

Trentino Alto Adige: 800 751 751

Umbria: 800 63 63 63

Val d’Aosta: 800 122 121

Veneto: 800 46 23 40

 

A Piacenza è attivo il Numero di telefono informativo 0523 317979: attivo dal lunedì al venerdì, dalle 8 alle 18 e il sabato dalle 8 alle 13

 

La protezione civile invita a recarsi nei pronto soccorso o nelle strutture sanitarie e a chiamare i numeri di emergenza soltanto se strettamente necessario.

Medici di famiglia e Pediatri di libera scelta, inoltre, invitano a non recarsi presso gli studi e gli ambulatori in caso di sintomi respiratori (raffreddore, tosse, febbre), ma a contattarli telefonicamente.

Contattare il 112 oppure il 118, non per informazioni, ma soltanto in caso di necessità.

Dal 26 febbraio 2020  al numero verde 800.065510 della Croce Rossa  rispondono anche operatori in lingua cinese.

 

NUOVO CORONAVIRUS - COSA C'E' DA SAPERE

 
©Comirap 2012. Direttore editoriale Alberto Bordi, Webmaster Massimo Geria