Seleziona la lingua

Italian English French German Greek Portuguese Spanish

I Passi delle Donne, testimonianze ed esperienze di donne africane a Roma. Se ne parla Sabato 29 Marzo 2014, ore 15.00, presso la Città dell’Altra Economia in Largo Dino Frisullo PDF Stampa E-mail
Venerdì 28 Marzo 2014 12:36

 

Il tema è di grande interesse ed attualità ed ha il pregio di mettere in luce la forza imprenditoriale delle donne  africane, che, grazie alla creatività, al talento ed alla tenacia riescono ad ottenere tangibili risultati nel mercato del lavoro della nostra città.

 

 

Non è facile, per chi viene da un Paese lontano, senza risorse e senza appoggi di alcun tipo, per di più in un momento di crisi trasversale che colpisce tutti i settori, iniziare una attività nel nostro Paese, nella nostra città, questo è sotto gli occhi di tutti. Eppure la straordinaria spinta che può venire da tre componenti fondamentali come il talento, la creatività e la tenacia, possono portare al miracolo di diventare imprenditori ed entrare nel mercato del lavoro con risultati apprezzabili sotto tutti i punti di vista.

Di queste esperienze e dei tanti aspetti connessi parleranno, sabato 29 Marzo 2014, ore 15.00, presso  la Città dell’Altra Economia in Largo Dino Frisullo,  Emilia La Nave, Assessore alle Attività Produttive - Comunicazioni istituzionali – Sicurezza – Fondi Europei  Municipio II Roma, Iside Castagnola, Presidente Commissione Legalità, Sicurezza e Tutela dei Diritti - Municipio I Roma, On. Pietro Petrassi, Presidente della Commissione Affari Comunitari ed Internazionali - Consiglio Regionale del Lazio ed il Dr. Andrea Tasciotti, Ambasciatore Onorario della Repubblica Dominicana, Delegato ai Rapporti Nazionali e Internazionali dell’Unione Europea e dell’America Latina.  Di sicuro interesse le testimonianze che saranno raccontate da Laura Nitti, Associazione Anaja,  Léa Ratsimbazafy, Madagascar, Emilia Cemulini, Eritrea.

 

Articolo correlato "Lina, tessuti e ricami"

 
©Comirap 2012. Direttore editoriale Alberto Bordi, Webmaster Massimo Geria