Seleziona la lingua

Italian English French German Greek Portuguese Spanish

Il Bonus Climatizzatori 2020 rientra nel Bonus Casa PDF Stampa E-mail
Lunedì 28 Settembre 2020 12:47

 

La detrazione per acquisto di un condizionatore, applicabile anche in assenza di una ristrutturazione edilizia, vale pure per la seconda casa. Consiste nel 50%  delle spese di acquisto, trasporto ed installazione di un nuovo condizionatore a pompa di calore.

Il sito detrazioni fiscali ENEA

 

 

 

 

Il beneficio fiscale, si tratta di una detrazione IRPEF, è rivolto ai contribuenti che abbiano acquistato un climatizzatore a pompa di calore, sia per il riscaldamento, in sostituzione o in integrazione del proprio impianto, che per il raffrescamento. Tale installazione è considerato intervento di ristrutturazione e rientra nel concetto di Bonus Casa.

 

Sostituzione climatizzatori. Bonus climatizzatori risparmio energetico: la detrazione è al 65% per i condizionatori con pompa di calore ad alta efficienza, che vanno a sostituire il precedente impianto e vale per abitazioni private, uffici o negozi.

Bonus condizionatori con ristrutturazione edilizia: la detrazione è al 50% per i condizionatori a pompa di calore, anche non ad alta efficienza, ma che mirano al risparmio energetico, ed è valida solo per le unità immobiliari residenziali. Inoltre è possibile richiedere l’Iva agevolata al 10%.

 

Per gli interventi di ristrutturazione edilizia e riqualificazione energetica,  è previsto l'obbligo di trasmissione  dei relativi dati all’Enea (fare riferimento al sito detrazionidetrazionifiscali.enea.it). Una delle novità sulla detrazione è infatti proprio  l’avvio dell’obbligo di comunicazione all’ENEA dei lavori effettuati, così come previsto già per l’Ecobonus.

Si ricorda che il termine per l’invio dei dati relativi a tale intervento energetico è fissato in 90 giorni dal termine degli interventi o del collaudo. Il portale online per l’invio dei documenti necessari per beneficiare della detrazione del 50% sulle spese sostenute dovrà essere aggiornato al 2020, lasciando tuttavia intatto l’elenco dei lavori per i quali vige l’obbligo di comunicazione ENEA.

E' necessario, per la validità dell'intera procedura, che il pagamento per l'acquisto e  per la installazione del condizionatore avvenga mediante bonifico bancario parlante, (si può utilizzare il codice IBAN dei fornitori del prodotto e del servizio).Per fruire della detrazione è necessario nello specifico che i pagamenti siano effettuati con bonifico bancario da cui risultino:  la causale del versamento, il codice fiscale del beneficiario della detrazione,  il numero di partita Iva o il codice fiscale del soggetto a favore del quale è effettuato il bonifico, l'importo corrisposto inclusivo di IVA.

Ricapitolando: acquistare il condizionatore a pompa di calore di classe energetica A con bonifico bancario parlante. Lo stesso dicasi per il servizio di installazione che deve essere affidato ad installatore autorizzato, il quale deve rilasciare certificazione di conformità dell'intervento alla normativa vigente. (In caso di installazione posta in essere da personale non iscritto all'elenco degli installatori sono previste sanzioni (anche pesanti) ed il venir meno della garanzia sul prodotto acquistato.

Nel compilare i campi del sito "detrazioni fiscali Enea" dopo l'indicazione puntuale del beneficiario e dell'immobile oggetto dell'intervento (anche i dati catastali), va riempita la specifica parte descrittiva dell'intervento che è annoverabile come "pompa di calore" ad "aria- aria" e con  "compressore elettrico". Sarà necessario rintracciare su internet la scheda tecnica del condizionatore acquistato ove sono indicati la potenza termica, il potere di assorbimento in KW, il valore COP ed il valore EER, tutti richiesti da tale schermata. In progressione bisognerà andare su VALIDA e se non sono segnalati errori, procedere su CONFERMA E INVIA. Il sistema ti farà pervenire via mail la ricevuta della comunicazione accettata.

ATTENZIONE . Le informazioni riportate in questa pagina sono  meramente indicative; si declina ogni responsabilità in merito alle interpretazioni delle normative in corso di validità sulle Agevolazioni Fiscali e consiglia, per la corretta gestione della richiesta di agevolazione,  di rivolgersi al proprio commercialista o al responsabile dei lavori in caso di ristrutturazione edilizia o riqualificazione energetica.

Maggiori istruzioni per richiedere il bonus climatizzatori 2020 sono fornite sul sito dell’agenzia delle entrate e su guida fisco.

 
©Comirap 2012. Direttore editoriale Alberto Bordi, Webmaster Massimo Geria